ODAKA YOGA e la relazione con le ONDE CEREBRALI

Innanzitutto iniziamo col dire che le onde cerebrali sono onde elettriche.

Durante la veglia e durante il sonno il cervello cambia frequenze.L’attività elettrica prodotta è misurabile attraverso le onde cerebrali.La frequenza dominante determina la condizione del cervello.

Abbiamo 5 diversi tipi di onde cerebrali : BETA , ALFA , THETA , DELTA e GAMMA.

onde cerbrali2

Vediamole ora una per una.

 ONDE DELTA : fino ai 2 anni di età un bambino si può dire che vive completamente nelle Onde DELTA, quelle più lente , e grazie a questo il bambino è nella massima fase di apprendimento. E’ come un’antenna che capta tutto.Queste frequenze dell’attività cerebrale oscillano tra 1 e 4 hertz. Le Delta dominano durante il sonno profondo e si generano particolarmente nell’emisfero destro.Questa condizione si caratterizza con l’attività del subconscio.Sono le onde più curative per il corpo : da malati ci si mette a letto per autocurarci ; attraverso il profondo riposo il corpo si ricarica e si autoripara.

La condizione DELTA stimola :

l’emissione degli ormoni del ringiovanimento , l’estasi , l’autoguarigione , l’ormone della crescita , il profondo contatto con il subconscio , l’intuizione , la connessione con il modo spirituale , l’esperienza paranormale , rafforza il sistema immunitario.

Quando la condizione DELTA è in eccesso può provocare : emotività eccessiva , bassa concentrazione , alta sonnolenza , iperattività .

Per aiutare ad aumentare la condizione Delta si consiglia : sonno lungo e sano , Yoga , meditazione , ipnosi.

Nell’ODAKA  YOGA le Onde DELTA si possono raggiungere lavorando con il ritmo di RIPPLES (movimento del bacino “avanti e indietro” ).

Le ONDE THETA si manifestano invece dai 3 ai 6 anni di vita . Sono anch’esse molto lente , con una frequenza che va dai 4 agli 8 hertz.Vengono associate con il sonno o con il trans ipnotico.Quando hai sonnolenza sei in Theta e il tuo corpo necessita di questa lentezza.In questa condizione si migliora la memoria , aumenta il contatto con il subconscio , aumenta la creatività , possono avvenire illuminazioni.E’ però difficile restare in questa fase per lungo tempo perché si cade immediatamente in un sonno profondo.Le frequenze Theta si attivano quando noi sogniamo intensamente e proviamo emozioni.In Theta possiamo imparare molto più facilmente , ad es una lingua straniera , stimolare la creatività , programmare il subconscio , vivere esperienze paranormali , migliorare la memoria,il sistema immunitario e favorire l’autoguarigione.

Se la condizione THETA è in eccesso possono avvenire :

depressione , sonnolenza , impulsività eccessiva , iperattività.

Aumentano le frequenze THETA :

videogiochi dinamici , musica , meditazione , ipnosi , Yoga , visualizzazione creativa.

Nell’ ODAKA YOGA raggiungiamo la condizione THETA  mediante il ritmo di BACKWASH ( movimento all’indietro della colonna )

ONDE ALPHA : dai 7 ai 12 anni entriamo nel mondo delle onde Alpha , le quali vibrano a frequenze da 8 a 13 hz. Quando pratichiamo Yoga chiudendo gli occhi entriamo nello stato Alpha.Queste onde le ritroviamo nello stato di dormiveglia e se noi allunghiamo il tempo in cui siamo in Alpha il sonno sarà più riposante.MA : se non ci addormentiamo o lo facciamo in un istante senza passare dalle onde Alpha , al mattino non saremo riposati!Le onde Alpha sciolgono e distendono ogni tensione.Parlando di asana, Savasana è la più difficile, perché ci predispone allo stato Alpha e al suo mantenimento.

La condizione ALPHA stimola: il rilassamento , la capacità nello studio , il caldo alle estremità , il benessere , il miglioramento funzionale del sistema immunitario , la qualità del sonno , la creatività , l’emotività stabile , la risoluzione dei problemi , il pensiero positivo.

Quando ALPHA è in eccesso possono avvenire : depressione , bassa attenzione , stanchezza , abbassamento della vista , ricettività eccessiva.

Attività che aumentano la frequenza ALPHA : meditazione , respiro logico lento e profondo , Yoga , visualizzazione , ipnosi.

Il ritmo di POINTBREAK (movimento in avanti della colonna ) ci predispone a lavorare in ALPHA nell’ ODAKA YOGA.

ONDE GAMMA : hanno un’ampiezza di oscillazione molto piccola e la loro frequenza è tra 38 e 47 hertz.Questa condizione è caratterizzata dai momenti forti della compassione o della felicità. Con le onde GAMMA molto alte viene il senso dell’ansia.Queste onde sono collegate alla fase creativa, tipica degli artisti.

La condizione GAMMA STIMOLA : la memoria , le sensazioni , il rilassamento agendo come antidepressivio , il livello della concentrazione.

Aumentano le frequenze GAMMA : lo Yoga , la meditazione , l’ipnosi , il sonno.

Tramite il ritmo di VORTEX(rotazione del busto partendo dal bacino)riusciamo a entrare nelle ONDE GAMMA durante la pratica di ODAKA YOGA.

ONDE BETA : sono le onde con la frequenza dai 14 ai 40 hertz e si manifestano principalmente dai 13 anni in sù.Si generano durante la giornata quando siamo svegli e attivi.In questa condizione domina l’attività dell’emisfero sinistro del cervello.

La condizione BETA stimola : la velocità della riflessione , la socializzazione , la leggera eccitazione , la finalizzazione , l’alta attenzione , l’aumento delle energie , il pensiero positivo , l’alto livello dell’intelletto.

Se la condizione BETA è continua e in eccesso , possono avvenire : stress , ansia , paranoia , tensione muscolare , ipertonia , pensieri negativi , insonnia , dipendenze.

Aiutano ad aumentare le frequenze BETA : giochi e training , risoluzione di problemi matematici , caffeina.

Per lavorare in ONDE BETA possiamo farci aiutare dal ritmo di ROLLER (allungamento laterale del bacino) mentre pratichiamo ODAKA YOGA.

Noi non possiamo fermare la mente , il nostro cervello lavora in modo incessante anche durante il sonno.Come si può quindi placare la mente? Lo YOGA attraversogli esercizi fisici, mentali e respiratori sposta il centro dell’attenzione verso il corpo e lo spirito.Il praticante deve scendere dal palcoscenico della sua vita e diventarne osservatore e spettatore senza giudizio.Solo attraverso questa estraniazione si raggiunge l’equilibrio,la sezione aurea tra la mente e lo spirito.La mente tende sempre a programmare il futuro o analizzare il passato , senza mai vivere nel presente.Non a caso i grandi saggi recitano il mantra “qui ed ora”, che è il vero fondamento YOGA e la base di ogni meditazione.

Oggi abbiamo bisogno di questo slogan : “QUI E ORA” , per imparare ad essere felici e consapevoli.

NAMASTè !

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.