Profezie MAYA :21/12/2012

Ebbene , eccoci finalmente arrivati….domani ci sarà la fine del mondo!!!

calendario Maya

Tanto decantata ,acclamata ,sperata,negata…domani dovrebbe verificarsi la più terribile delle profezie , quella dei Maya , che hanno predetto per il 21 dicembre del 2012 questa famosa “fine del mondo”.

Mi sovviene in questo periodo quando andavo a scuola e , studiando storia (allora c’era ancora) il nostro professore esclamava con tono austero “mille non più mille !” , in riferimento alla credenza popolare che dopo l’anno 1000 non ci sarebbe stato più futuro. Abbiamo visto tutti com’è andata!!

Tornando ai giorni nostri possiamo sicuramente dire che i MAYA sono stati un ottimo affare editoriale , visto le numerose pubblicazioni che si riferiscono ai MAYA  e alla pesante eredità che ci avrebbero lasciato. Addirittura pare che questa teoria della fine del mondo sia stata inventata da un teorico della New Age messicano , tale Josè Arguelles (1939-2011) , il quale avrebbe avuto numerose “visioni” sotto l’influsso dell’LSD. Elementi che danno poca poca fiducia a una poco credibile profezia MAYA…

Certo è vero che ai nostri giorni osserviamo i non poco frequenti terremoti , il ripetersi quasi quotidiano di atroci delitti (poveri bimbi della scuola americana) , il riproporsi di conflitti locali , crisi internazionali , guerre ,malattie a volte sconosciute ; ma più che attribuirne la responsabilità ai MAYA,sarebbe meglio attribuirla alla nostra umanità ormai stanca , che ha perso i suoi migliori ideali , che non sa gustarsi la pace , diventata ormai una parentesi difficile da gestire dalla fine della seconda guerra mondiale fino ad oggi.Di certo tra le macerie di un’Europa a pezzi e di una Germania distrutta i MAYA erano totalmente assenti , fino a prova contraria !

Ora ci dobbiamo porre una domanda : come ci comportiamo in questo ultimo giorno ? cosa facciamo , dove andiamo ?

Take it easy ! si direbbe in inglese.

Facciamo quello che ci sentiamo , la solita routine quotidiana , il solito lavoro ,   godiamoci l’armonia della famiglia…un ottimo modo sarebbe quello di “meditare” , cercando l’armonia all’interno di noi stessi , ma NON perchè domani finirà il mondo , piuttosto per iniziare ( o continuare) una sana abitudine che, se fosse eseguita da milioni di persone , magari contemporaneamente , quella sì che cambierebbe il mondo!!

…e anche se domani verso le 11 un brivido ci percorrerà la schiena…ci rivedremo poi sabato per raccontarci le nostre esperienze!

Buon 21 /12 / 2012 a tutti!

 

Mauro Scaramuzzino

Condivido tutto, sottolineo che solo i terremoti non sono opera dell’uomo. Lo sono però la maggior parte dei danni che ne derivano per l’inefficienza dell’uomo moderno che a differenza dei Maya si comporta in maniera poco lungimirante, costruendo dove non deve costruire o speculando sulla metodologia di edificazione, per puro egoismo e irresponsabilità.

Tornando alla fine del mondo dei maya, l’uomo da sempre usa l’immaginazione per interpretare cose straordinarie. Fa ipotesi e formula teorie su avvenimenti di cui non sa dare spiegazioni immediata. Fino qui tutto bene, il male arriva invece quando qualcuno utilizza le credenze che ne derivano per proprio interesse personale e a danno di altri.
L’editoria che ne è nata, da una parte costituisce uno svago e una fantasia necessaria, dall’altra può creare danni su soggetti impressionabili e creduloni ma anche semplicemente manipolabili.
Il danno sulle menti di questi però non è di più di quello creato dalla nostra società, con buona parte della politica e della religione che ci illudono continuamente per obbligarci nelle scelte a vantaggio di pochi che manovrano tutto.
E allora, come fare per proteggerci da tutto questo. Consiglio di sentire sempre chi dice l’opposto di quello che viene sbandierato ufficialmente. Di farsi delle idee personali ed infine, come dice il nostro maestro
una sana e quotidiana….meditazione!

Ciao Mauro

shiatsulibero

Mauro, ma oggi non lavori?? ah ah
a parte gli scherzi , anch’io condivido la tua visione , ricordando che le nostre attività di yoga e shiatsu ci aiutano a rimanere “centrati” nel nostro “centro” , l’hara. A volte cerchiamo l’espansione al cielo , altre il radicamento a terra….la via di mezzo è “il centro” ed è quella che ci mantiene sulla nostra via , il “do” per dirla alla giapponese.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.