Odaka Yoga Contemporaneo a Milano !!!

Sabato 11 maggio alle ore 10,30 ci sarà un interessante workshop di Odaka Yoga Contemporaneo condotto da sensei Roberto Milletti e da Francesca Cassia a Milano , presso il nuovissimo centro di una mia cara amica, il “JUST B! Yoga &Pilates studio”  in via Stradivari 4 (info@justb.it).

Due maestri eccezionali , fondatori dello stile Yoga Contemporaneo che trova ispirazione dall’osservazione del moto dell’oceano e delle sue onde , ci guideranno per tre ore in un’estasi del corpo e dell’anima!!

E’ dunque un evento imperdibile sia per chi già conosce questo stile sia per chi , senza conoscerlo ,  vorrà approcciarsi con uno spirito libero e autentico!.

Tutta la Famiglia Odaka ti aspetta per vivere fantastiche onde!!!!

Vuoi un corso di YOGA a Torino ?

 

Vuoi iniziare ad avvicinarti allo Yoga , questa pratica millenaria che ti aiuta a vivere meglio ?

Vuoi iniziare ad allungare i tuoi muscoli e tendini?

Vuoi iniziare a respirare in modo più completo e con maggior consapevolezza?

Vuoi sciogliere i blocchi dalla tua schiena e iniziare a sentirti più leggera e sciolta?

Vuoi arrivare a praticare delle “asanas” (posizioni) che ora come ora ritieni impossibili per te?

Vuoi imparare tutti i movimenti della tua colonna e renderla più elastica e morbida?

Se vuoi tutto questo e molto molto molto altro ancora……

allora VUOI INIZIARE UN CORSO DI YOGA A TORINO!

Ci sono ancora pochi posti disponibili , quindi contattami subito !!!

….e ricorda che la prima lezione è di prova!!!!

Ommmmm!!!

Pranayama

Oggi ti voglio parlare del PRANAYAMA , una delle tecniche YOGA più usate e oserei dire fondamentali.Letteralmente la parola Prana significa “forza vitale” ed è l’insieme di tutte le energie esistenti nell’universo , ciò che anima il creato e che si manifesta in ogni dove sempre in forme differenti.  L’OM , ad esempio , il suono primordiale da cui ha preso vita il tutto , è la liberazione di Prana nello spazio.Noi siamo sostenuti dal Prana e lo assorbiamo attraverso il respiro, la pelle , il cibo. Se Prana è la forza che permette la vita , la parola YAMA significa “controllare”o “dirigere” , mentre AYAMA significa “espandere,rinforzare o allungare”.

Pranayama è dunque il controllo e l’espansione del Prana.

Comunemente con la parola Pranayama si intende l’insieme delle tecniche che tendono alla modificazione cosciente del respiro , uno dei veicoli principali in cui scorre il Prana.Quando inspiriamo e tratteniamo il fiato il Prana entra e si diffonde in noi ; quando espiriamo esce da noi portando ciò che non ci occorre più.

Ricordiamoci che la qualità del nostro respiro influenza direttamente la qualità e la lunghezza della nostra vita. Gli YOGI sostengono che più si riesce ad allungare il respiro e più tempo si rimarrà in vita e in buona salute.

Attraverso il controllo del respiro si può acquisire il controllo dei propri pensieri.

Una famosa affermazione dell’Hata Yoga Pradipika dice : “se il respiro è instabile, la mente è instabile , se il respiro è stabile la mente è stabile”.

Il Pranayama è costituito da tecniche di controllo del respiro che permettono di sviluppare e utilizzare pienamente la nostra capacità respiratoria.Rinforzando , allungando e controllando il respiro diventiamo capaci di superare le distrazioni della mente , purificare il corpo fisico cosicché Prana può entrare e risvegliarci liberandoci da Avidya e Maya (l’illusione).

Nell’esecuzione delle tecniche di Pranayama il naso è uno degli organi più importanti;bisogna quindi averne una cura costante,anche perchè influisce sul sistema nervoso e sul livello pranico generale. E’ consigliato effettuare pulizie yogiche e ayurvediche , praticare asana in vinyasa e avere uno stile di vita e una dieta equilibrati per preservare questo importante organo.

Le tecniche di Pranayama , così come le asana , agiscono sulla memoria implicita del corpo , andando a sbloccare i traumi memorizzati nel corpo fisico e nel corpo sottile , per permettere al Prana di fluire liberamente.

Gli sblocchi possono provocare emozioni che affiorano,scariche energetiche lungo gli arti , percezioni amplificate e senso di instabilità,paura , ansia  e allo stesso tempo calma, pace,armonia e amore.

 

le note qui sopra sono prese dal libro “hari-yoga”,blissbeat edizioni

Odaka Yoga Contemporaneo : realizzare una profonda relazione con i ritmi e i fluidi vitali.

Oggi vi posto una relazione fatta da un amico insegnante di yoga , massofisioterapista , psicomotricista di Firenze , Luca Renzini , il quale spiega gli effetti positivi del movimento di Yoga Contemporaneo sui nostri ritmi e fluidi vitali.

movimento di ripple da seduto

“Nell’esperienza diretta quotidiana con questa metodica rinnovo , ogni volta , la bellezza del contatto diretto con il ritmo biologico.Ritmo naturale intrinseco alle dinamiche dei moti oceanici che il maestro Roberto Milletti ha avuto la grande intuizione di estrapolare dalla pura osservazione degli stessi e , conseguentemente , di riadattarli al corpo umano nelle sue molteplici espressioni.La tecnica che riproduce il moto dell’onda fa sì che venga attivato il muscolo pubo coccigeo col perineo e pavimento pelvico nei tre diversi frangenti :   POINT BREAK (onda che si rompe in avanti ) ; BACK WASH (risacca ) ; RIPPLE (ondulazione di superficie ) .

Immergendosi in questo flusso , l’organismo ritrova pian piano , nel continuo moto di contrazione e rilasciamento , una “non azione” della muscolatura paravertebrale.

“Moto nell’immoto “ , creato dalla sola forza dei muscoli pelvici e perineali che di riflesso attivano anche quelli addominali. Già è bellissimo ascoltare come due movimenti antagonisti si completano l’uno nell’altra,come il continuo estendersi dei muscoli del tronco e il contrarsi di quelli addominali concorrano nel divenire di una colonna sempre più libera che trofizzandosi si dilata e malleabilizza la muscolatura fino alle zone più profonde del tessuto connettivo , aumentandone il tono e l’elasticità . Quando i praticanti imparano a Continue reading Odaka Yoga Contemporaneo : realizzare una profonda relazione con i ritmi e i fluidi vitali.

Profezie MAYA :21/12/2012

Ebbene , eccoci finalmente arrivati….domani ci sarà la fine del mondo!!!

calendario Maya

Tanto decantata ,acclamata ,sperata,negata…domani dovrebbe verificarsi la più terribile delle profezie , quella dei Maya , che hanno predetto per il 21 dicembre del 2012 questa famosa “fine del mondo”.

Mi sovviene in questo periodo quando andavo a scuola e , studiando storia (allora c’era ancora) il nostro professore esclamava con tono austero “mille non più mille !” , in riferimento alla credenza popolare che dopo l’anno 1000 non ci sarebbe stato più futuro. Abbiamo visto tutti com’è andata!!

Tornando ai giorni nostri possiamo sicuramente dire che i MAYA sono stati un ottimo affare editoriale , visto le numerose pubblicazioni che si riferiscono ai MAYA  e alla pesante eredità che ci avrebbero lasciato. Addirittura pare che questa teoria della fine del mondo sia stata inventata da un teorico della New Age messicano , tale Josè Arguelles (1939-2011) , il quale avrebbe avuto numerose “visioni” sotto l’influsso dell’LSD. Elementi che danno poca poca fiducia a una poco credibile profezia MAYA…

Certo è vero che ai nostri giorni osserviamo i non poco frequenti terremoti , il ripetersi quasi quotidiano di atroci delitti (poveri bimbi della scuola americana) , il riproporsi di conflitti locali , crisi internazionali , guerre ,malattie a volte sconosciute ; ma più che attribuirne la responsabilità ai MAYA,sarebbe meglio attribuirla alla nostra umanità ormai stanca , che ha perso i suoi migliori ideali , che non sa gustarsi la pace , diventata ormai una parentesi difficile da gestire dalla fine della seconda guerra mondiale fino ad oggi.Di certo tra le macerie di un’Europa a pezzi e di una Germania distrutta i MAYA erano totalmente assenti , fino a prova contraria !

Ora ci dobbiamo porre una domanda : come ci comportiamo in questo ultimo giorno ? cosa facciamo , dove andiamo ?

Take it easy ! si direbbe in inglese.

Facciamo quello che ci sentiamo , la solita routine quotidiana , il solito lavoro ,   godiamoci l’armonia della famiglia…un ottimo modo sarebbe quello di “meditare” , cercando l’armonia all’interno di noi stessi , ma NON perchè domani finirà il mondo , piuttosto per iniziare ( o continuare) una sana abitudine che, se fosse eseguita da milioni di persone , magari contemporaneamente , quella sì che cambierebbe il mondo!!

…e anche se domani verso le 11 un brivido ci percorrerà la schiena…ci rivedremo poi sabato per raccontarci le nostre esperienze!

Buon 21 /12 / 2012 a tutti!

 

seminario APOS&DBN del 17/18/19 novembre 2012

Lo scorso week end si è svolto il 28° Seminario Nazionale di Aggiornamento e Valutazione dell’APOS  , la maggiore associazione professionale di operatori Shiatsu presente in Italia ( siamo quasi a 2500 iscritti ).

Per il gruppo degli HATAMOTO i lavori sono iniziati sabato mattina alle 8,30 e durante questo incontro abbiamo chiarito alcune cose inerenti le prove pratiche e le modalità d’esecuzione. Per chi non lo sapesse gli HATAMOTO sono quegli operatori più esperti e “benemeriti”,cioè che soddisfano alcuni criteri di qualità dello shiatsu, che fungono da valutatori per gli aspiranti nuovi soci.

Alle 10 circa è iniziato poi il seminario vero e proprio , subito con una prova pratica molto interessante.

Due erano i relatori principali di questo seminario : Alfredo D’Angelo e Chris MC Allister.

Un breve excursus del loro lavoro lo potete trovare qui : http://shiatsutorino.blogspot.it/2012/11/di-ritorno-dal-28-seminario-nazionale.html 

dove ho maggiormente parlato di Alfredo e delle emozioni che ci ha fatto vivere.

Qui invece vorrei soffermarmi maggiormente su Chris Mc Allister.

Innanzitutto al mattino prima di colazione ci ha fatto fare un training di qi gong , con la sequenza della gru e poi la sundance degli indiani Cherokee….veramente una bella esperienza.

Abbiamo poi visto un trattamento per lo sblocco del diaframma , su uno schema che va a trattare i piedi , la schiena , il diaframma , le orecchie e le mani ….che sono i 5 punti di questo trattamento.

qui di seguito un breve filmato di questa esperienza

rilascio del diaframma

Questo trattamento regola il respiro e la disponibilità di ossigeno per il sangue.Come dice l’antico proverbio cinese :” Il Qi è il motore del sangue,il sangue è la madre del Qi”

La seconda parte del lavoro di Chris si intitolava “CULLANDO L’ANIMA” ed è un trattamento per nutrire e liberare lo Shen , che è l’aspetto più yang dell’essere umano e che cerca costantemente di liberarsi dai vincoli fisici che la struttura yin del corpo impone.In questo lavoro, trattando alcuni punti del Rene , Piccolo Intestino e Vaso Governatore si viene a creare una “culla” per l’anima.

Qui un altro filmato di questa esperienza

 

 

 

 

 

Ezendam al Milano Yoga Festival

Durante l’ultimo Yoga Festival di Milano , dopo aver vissuto in maniera bellissima il workshop di Roberto Milletti di Yoga Contemporaneo ,  ho partecipato ad un seminario  bello e coinvolgente con Igor Ezendam , un personaggio veramente caratteristico , olandese che vive in Svizzera e parla italiano , il quale è un esperto di suonatore di strumenti “particolari” , quali campane-tamburi-e altri un pò fuori dal comune , ed è anche un ottimo cantante , non di canzoni classiche ma di “armonici“. In pratica con la sua voce è in grado di emettere dei suoni …..incredibili…..sembra impossibile che tutti questi suoni escano da una sola bocca!!!

Bene , oggi voglio metterti a conoscenza di cosa si può fare allenando la voce : in questo breve video vedrai cosa riesce a fare Igor e….cosa potremmo fare anche noi se solo ci applicassimo!!!!

Se ti interessa,qui puoi trovare il suo sito

I MUDRA nello Yoga

Oggi ti voglio dare una piccola infarinatura sui MUDRA.

Oltre a numerosi altri significati ,
generalmente con il termine MUDRA , nell’ambito Yoga , si intendono delle posizioni particolari,simboliche , delle dita eseguibili in qualunque luogo,seduti,sdraiati,in piedi o camminando.I Mudra impegnano alcune zone del cervello e/o dell’anima e al tempo stesso esercitano una specifica influenza su di esse. I Mudra sono però molto efficaci anche a livello fisico .Non è meraviglioso poter impegnare e influenzare efficacemente corpo e mente piegando , incrociando , allungando o toccando le dita con le altre dia?

 

I Mudra delle mani sono utilizzati insieme alle posizioni del corpo per intensificarne l’effetto,specialmente nel KUNDALINI YOGA(scuola di Yoga consistente nel risvegliare la forza spirituale che riposa in ogni essere umano alla base della colonna vertebrale e nel lasciarla risalire lungo la spina dorsale fino alla sua unione col Divino alla sommità della testa.)Considerando ogni area della mano come una zona di riflesso di una parte associata del corpo e del cervello , viene naturale considerare le nostre mani come uno specchio del nostro corpo e della nostra mente.

Ogni Mudra crea uno speciale collegamento con la consapevolezza cosmica(o Divino) e questo simbolismocostituisce la base del mudra delle mani più conosciuto nello Yoga,il CHIN MUDRA.

Il pollice simboleggia la coscienza cosmica (o Divino) e l’indice la coscienza individuale (umana).Lo scopo finale , o principale, nello yoga è di unire l’umanità con la consapevolezza cosmica : con questo gesto l’uomo esprime tale desiderio o aspirazione.

E’ interessante notare che queste dita appertengono entrambe all’elemento Metallo, secondo la teoria cinese dei cinque elementi. E il metallo è il miglior conduttore e trasmette l’energia.Sempre secondo la teoria cinese l’elemento metallo è anche quello che crea il collegamento con il mondo cosmico e che contiene l’ispirazione e l’intuizione.

Il dito indice rappresenta l’ispirazione ( energia dall’esterno) e il pollice l’intuizione (energia interiore) quindi , nel gesto , intuizione e ispirazione formano un’unità chiusa ( il potere del microcosmo e del macrocosmo sono collegati e si fecondano a vicenda).

L’origine dei MUDRA non è molto chiara, perchè si trovano non solo in Asia ,ma in tutto il mondo.

I MUDRA si praticano muovendo le mani e posizionando le dita come si vede nelle varie tavole di studio, premendo le dita in modo leggero e tenedo le mani rilassate.Ma non sarà così facile!!La flessibilità delle mani è direttamente collegata con la flessibilità del corpo intero!

I MUDRA si possono praticare in qualsiasi momento e luogo , anche mentre si è bloccati in autostrada o mentre si guarda la televisione, ma meglio sarebbe praticarli in uno stato d’animo meditativo e armonioso !

Bene , ti ho dato uno spunto di studio….approfittane!

Om

corsi yoga a Torino

Chi fosse interessato a frequentare un corso di Yoga a Torino il mercoledì sera , orario d’inizio 19/19,30 , zona piazza Statuto , mi contatti velocemente , perché è ora d’iniziare!!!

Ricordo che  possibile fare una lezione di prova completamente gratuita, così potrai decidere meglio se frequentare o meno il corso.

Praticheremo principalmente Yoga Contemporaneo e Hari Yoga.

Per saperne di più visita le pagine del sito dove spiego le caratteristiche di questi due stili.

Cosa aspetti ? Lo YOGA ti migliora la vita!!!